Scopri con noi il mondo del ciclismo e le sue opportunità
FACCIAMO QUESTO PER VOI DAL 1996…
Stacks Image 20
Stacks Image 1374

Le sospensioni: introduzione e consigli generali

Le sospensioni ammortizzate solitamente trovano un largo utilizzo nella mountain bike ma anche nel cicloturismo, per chi è entrato da poco in questo mondo cercheremo, con questo articolo, di chiarire cosa sono, a cosa servono e la terminologia solitamente utilizzata. Pronti?

Le parti di una forcella

La forcella è composta da diverse parti con le loro caratteristiche:

  • testa forcella: rappresenta quella parte che permette il collegamento del tubo forcella con gli steli;
  • tubo forcella: è il tubo che collega alla serie sterzo;
  • steli: hanno una forma cilindrica e, solitamente, il materiale utilizzato è l'acciaio perché risulta essere più resistente alla corrosione, gli steli si estendono e comprimono in conseguenza agli impatti a cui viene sottoposta la forcella, al loro interno scorrono dei pistoni;
  • foderi: accolgono gli steli e sono due tubi collegati tra loro da un archetto, solitamente il materiale utilizzato per questo elemento è l'alluminio, mentre per le bici di alta gamma si utilizza il magnesio o la fibra di carbonio.
  • raschiapolvere: si trova sui foderi ed evita la fuoriuscita dell'olio, presente negli steli, e l'entrata di polvere o terra al suo interno;
  • le spugnette: sono elementi di materiale spugnoso che servono proprio per mantenere costante la lubrificazione degli steli al fine di farli scorrere agevolmente.

Una forcella ammortizzata è solitamente divisa in due parti:

  • Lato destro: ha una funzione molto pratica perchè si interessa, effettivamente, della compressione e della sua estensione, Il suo fluire è garantito dalla presenza dell'olio che consente di avere un attrito minimo, questo lato della forcella viene chiamata, solitamente, parte idraulica.
  • Lato sinistro: accoglie l'elemento elastico che si deforma assorbendo energia.
  • Gli elementi che, oggi, svolgono questa funzione sono l'aria o le molle. Nella maggior parte delle biciclette di uso comune vi è una singola camera per l'immissione di aria chiamata camera positiva. Nelle biciclette top gamma, invece, la forcella è composta da due camere, sotto alla camera positiva c'è ne una negativa che garantisce una migliore risposta contrastando in modo efficace la pressione che proviene dalla camera positiva.

Se quanto detto vi ha messo un po di confusione nel comprendere le varie parti potete osservare meglio i colori utilizzati per evidenziare i vari sistemi:

  • azzurro: per la gestione della compressione;
  • rosso: per la gestione della sua estensione;

Sospensioni: la forcella e la sua funzione

Tecnicamente per trovarvi più a vostro agio con questo argomento è bene apprendere una terminologia comune in Inglese:

  • Air: Aria.
  • Compression: compressione.
  • Coil: molla.

La funzione principale della forcella è quella di assorbire nel migliore dei modi le diverse sollecitazioni a cui la bici è sottoposta durante il percorso.
Tecnicamente la forcella non fa altro che comprimersi in risposta all'impatto, accumulando energia, per poi scaricarla durante la sua estensione.
Il suo funzionamento segue uno schema ben preciso che cercheremo di spiegare in modo semplice e chiaro.
Nel momento che la bicicletta si trova ad affrontare un ostacolo (un dosso, una buca, un ramo ecc.) l'energia che si viene a creare passa dalla ruota fino ad arrivare alla sospensione, qui viene immagazzinata grazie alla deformazione dell'elemento elastico compiendo un movimento verso l'alto che il pistone sarà portato a compiere evitando che l'energia generata dall'urto si trasmetta al mezzo.
Perché dovrebbe causare questa instabilità?
La risposta risiede nella seconda legge della dinamica: "se 2 corpi interagiscono tra di loro si generano 2 forze di uguale intensità ma di verso opposto.
Basandosi su questa legge, entra in scena la parte idraulica della forcella che, grazie all';olio, permetterà la distensione dell'elemento elastico precedentemente compresso, garantendone, di conseguenza, un miglior controllo sulla guida.

Gli elementi elastici in base alla loro capacità di compressione (travel) seguono parametri ben definiti, chiamate curve di compressione.

Per concludere: un pò di terminologia

In conclusione per avere un introduzione a questo favoloso mondo è consigliabile avere chiare tutte le terminologie usate per meglio comprendere di cosa si sta parlando. Qui abbiamo inserito una breve carrellata di termini e una loro, seppur breve, spiegazione:

  • Travel: deformazione massima dell'elemento elastico, in funzione della sua corsa risulta essere più adatta a differenti discipline: 
  • Chassis: la parte della forcella che comprende l'archetto e i foderi.
  • Sag: dipende dal peso del ciclista e rappresenta l'abbassamento statico a cui è sottoposta la forcella.
  • Spring-rate: capacità di deformazione dell'elemento elastico in base alla forza che agisce su di esso.
  • Olio di lubrificazione: oli specifici per forcelle ammortizzate con una differente viscosità e peso (5-10wt).
  • Oli per idraulica: sono oli che hanno un peso maggiore di quelli da lubrificazione (15-25wt).
  • Start della forcella: rappresenta la minima deformazione dell'elemento elastico, ottenuta superando la resistenza dell'aria o della molla al suo interno.
  • Finecorsa: esaurimento del travel a disposizione, causa un contatto dei foderi con la testa della forcella.
  • Service: la manutenzione di tutti gli elementi della forcella.
  • Tuning: interventi di miglioramento delle prestazioni della forcella.
  • Preload: carico preventivo applicato alla molla al fine di modificare la sua curva di compressione.
  • Boccola: l'elemento cilindrico inserito nei foderi, guida gli steli durante la compressione e lestensione evitando un eventuale gioco.

Se questo articolo ti ha aperto un mondo che vuoi approfondire e desideri apprendere tutto quello che c'è da sapere in modo veloce ed altamente professionalizzante, ti consigliamo questo imperdibile master di alta formazione specializzata su forcelle ed ammortizzatori.

BICYCLE STORE MANAGEMENT
Bicycle Store Management
PROGETTAZIONE E SALDATURA
Progettazione e saldatura
FONDARE UNA CICLOFFICINA
Fondare una ciclofficina
PEDALARE BENE!
Pedalare bene!
NUTRIZIONE ED INTEGRAZIONE
Nutrizione ed integrazione
ISTRUTTORE DI NORDIC WALKING
Istruttore di Nordic Walking
GUIDA DI MOUNTAIN BIKE
Guida di Mountain Bike
GRAVITY TOUR LEADER
Gravity Tour Leader
ABCiclando
MODULI SERALI DI MECCANICA
Moduli serali di meccanica
MECCANICA ESSENZIALE
Meccanica Essenziale
MECCANICA DI BASE
Meccanica di Base
MECCANICA AVANZATA
Meccanica Avanzata
WORKSHOP SOSPENSIONI
Workshop Sospensioni
WORKSHOP RUOTE
Workshop Ruote
SPECIALIZZAZIONE E-BIKE
Meccanica e manutenzione E-bike