FACCIAMO QUESTO PER VOI DAL 1996…
FACCIAMO QUESTO PER VOI DAL 1996…
Dal 1996 Accademia Nazionale di Mountain Bike

e-MTB: come ottimizzare la vita della batteria

Scritto da: Konrad Iarussi | | Categoria:

Ridurre i consumi in bici elettrica non è una vera e propria esigenza prioritaria: i costi di ricarica che devono affrontare gli eco-ciclisti per mantenere la batteria a pieno regime sono marginali e scarsamente impattanti. D’altra parte, ottimizzare i cicli di vita di una batteria per e-bike comporta una serie di effetti positivi tra cui maggior funzionalità e praticità nell’utilizzo del motore elettrico e, di conseguenza, una più sana gestione dell’accumulatore, che a sua volta favorisce un più ampio ciclo di funzionamento del dispositivo.

Ridurre i consumi in bici elettrica: gestire la batteria

Una corretta gestione della batteria della bici elettrica consente di mantenere prestazioni di altissimo livello anche a dispetto dell’inevitabile usura del tempo. Uno degli aspetti principali interessa la custodia dell’accumulatore nei periodi in cui il mezzo non viene utilizzato; in tal caso, è importante che la batteria venga rimossa dal mezzo, non prima di aver effettuato un ciclo di ricarica e scaricato un buon 40% dell’energia. Quindi l’accumulatore va depositato in un posto al riparo da fonti di calore e di umidità. Periodicamente, ogni 20-30 giorni, è opportuno recuperare la batteria, montarla sul mezzo e pedalare per almeno un’ora prima di caricarla nuovamente e custodirla fino al successivo utilizzo.

Scegliere percorsi adatti

A seconda della tipologia di bici elettrica in vostro possesso, il motore elettrico e i suoi componenti offrono prestazioni più o meno soddisfacenti. Una e-bike con motore al mozzo è pensata soprattutto per un uso urbano mentre una batteria centrale offre migliori garanzie su percorsi impegnativi e irregolari, propri del trekking e del cicloturismo. Utilizzare una bici elettrica su percorsi inadatti alle caratteristiche del mezzo significa sottoporre la batteria a un maggior livello di stress che, oltre a causare un più celere consumo della carica residua, può essere una minaccia per l’integrità del dispositivo di accumulo. Per tale ragione è fondamentale fare le giuste valutazioni in fase di acquisto.

bosh fan.jpg

Postura e stile di guida

Postura sulla sella, ritmo della pedalata e carico del mezzo sono altri fattori che influenzano la resa della batteria. La postura del ciclista ideale dovrebbe essere compatta, con i gomiti a convergere verso l’interno per favorire un assetto aerodinamico e la colonna vertebrale che si distende in modo lineare, evitando innaturali contrazioni del corpo. Un ritmo regolare nella pedalata, al riparo da strappi improvvisi alternati a decelerate, favorisce un consumo armonico e contenuto della batteria. Ovviamente, mantenere una cadenza lineare risulta particolarmente complicato, soprattutto su circuiti urbani dove semafori, stop e ingorghi impongono una pedalata irregolare in cui scatti, fermate e ripartenze sono inevitabili.

Si consiglia, poi, di non appesantire il mezzo ogni volta che vi sia possibile, non solo per abbattere i consumi e favorire un corretto funzionamento della batteria ma anche per ragioni di sicurezza e di bilanciamento del mezzo.

Controllare la pressione delle gomme

La pressione delle gomme deve sempre essere quella indicata sul libretto d’istruzione. Una pressione troppo bassa impone al ciclista sforzi maggiori per guidare il mezzo e rende la pedalata meno stabile oltre che meno gradevole. Le gomme sgonfie sono una minaccia per l’incolumità dello sportivo (poiché diminuisce il grip dell’asfalto) e causano un maggiore (e inutile) dispendio di energie.

pressione.jpg

Meccanica e manutenzione di Base
E-Bike
Tour Leader
Master Workshop Ruote
Master Workshop Sospensioni
Meccanica e manutenzione
E-bike

Diventa anche tu Socio dell'Accademia Nazionale di Mountain Bike!

L'affiliazione all'Accademia Nazionale di Mountain Bike è indispensabile per la partecipazione a tutti i corsi e gli appuntamenti in calendario. Con il versamento della quota associativa, oltre alla possibilità di usufruire delle eccezionali convenzioni con numerosi Punti Vendita e Strutture Turistiche, potrai richiedere una email gratuita e personalizzata con l'estensione nome.cognome@scuoladimtb.eu e con 50 MB di spazio disponibile.
Puoi aderire in qualsiasi momento dell'anno e la validità è per i 12 mesi successivi.

Dal 1996 Accademia Nazionale di Mountain Bike
Partners Accademia Nazionale di Mountain Bike
Adriana Pirovano

Adriana Pirovano | Segreteria Nazionale

Come possiamo aiutarti?

Se desideri altre informazioni puoi inviare una e-mail a adriana.pirovano@scuoladimtb.eu oppure telefonare al numero 02/55211039 o inviare un fax al numero 02/55213793. Naturalmente puoi anche venirci a trovare in Sede dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9,00 alle ore 18,00 concordando un incontro. Ti aspettiamo!

Logo Accademia Nazionale di Mountain Bike
Dove siamo
  • Sede e Segreteria Organizzativa: Via G. Avezzana, 1 20139 Milano
  • Lat. 45°26'17.56" N Long. 9°13'32.15" E
  • Metropolitana Milanese MM Linea 3 Fermata Corvetto
Gli orari dei nostri uffici
  • Lunedì-Venerdì: 9.00-18.00
  • Sabato: con appuntamento
  • Domenica: chiusi
Contatti
© Copyright 1996–2019 | Accademia Nazionale di Mountain Bike | Passione e Professione
Organizzazione di interesse nazionale per lo sviluppo delle professioni, del turismo e dello sport
La Guida di Mountain Bike è Professione ai sensi della Legge N.4 del 14.1.2013
L’Accademia Nazionale di Mountain Bike è Tour Operating Partner 2019 di ITALY BIKE TOURS
L’Accademia Nazionale di Mountain Bike è Membro dell’Associazione Italiana Formatori
UK Operating Centre: Mountain Bike Instruction 12 Brathwaite Rd. Lorton Warrington Cheshire WA3 2HY